martedì 12 giugno 2012

Come cambiano le città.....

MA CAMBIANO DAVVERO?

Mestre - Via Poerio Anni 30
 il fiume Marzenego, sulla destra,  verrà  interrato  anni dopo


Nel 2011  la stessa via si presentava così


oggi,  nel 2012 è così: si sta riportando alla luce il fiume interrato negli anni 50


26 commenti:

  1. Ma perchè lo avevano interrato?
    Una bellissima cartolina la prima mi piace tantissimo.
    Buona giornata Mary e grazie del caffettino scaldacuore
    Io ti lascio il m io grande abbraccio e un bacione

    RispondiElimina
  2. Io non c'ero a Mestre in quegli anni, è stato interrato nel 55 e mio marito se lo ricorda ancora, anche se era un bimbo; penso sia stato interrato per fare la strada più larga e costruire quei due palazzi che si vedono in primo piano nella foto centrale.... ora quella via dovrà diventare "isola pedonale con fiume a vista" ...... (e noi paghiamo...... diceva Totò!)
    Bacione

    RispondiElimina
  3. Davvero succede così anche da noi. Ogni giunta che sale in comune a governare deve per forza cambiare qualcosa in città e non sempre fa le scelte migliori!!!
    Un bacione
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  4. L'acqua deve avere sfogo...altrimenti con il passare del tempo provocherà disastri...sarà per questo che stanno portando alla luce il corso del fiume?
    Buona giornata e grazie del caffè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, per quello credo non ci sia pericolo......
      Credo siano decisioni della nostra giunta comunale!
      Buona giornata a te

      Elimina
  5. Come è vero quelle parole che hai detto, noi non se ne accorgiamo perché siamo dentro di loro. Solo quando sfogliamo le vecchie foto vediamo qualcosa che ci ricorda il meraviglioso passato cara Mary.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto bello quello che stanno facendo però in questi momenti..... coi pochi soldi che ci sono.....
      Vabbè soccombiamo Tomaso!

      Elimina
  6. Ciao Mary! Eh già, col tempo cambia tutto, anche le nostre città...no, no, quelli in foto nn sono i miei figli!
    Visto che bel ragazzo? L'ho trovato al Giro d'Italia!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che pezzo di figliolo.......
      Ciao Cara Cinzia!

      Elimina
  7. brava Mary, e noi paghiamo!! partiamo comunque dal fatto che la natura bisognerebbe lasciarla stare, se il fiume aveva quel corso sicuramente c'era un perchè e non lo si sarebbe mai dovuto interrare ... (poi dicono che la natura fa catastrofi..... la natura si riprende lo spazio che l'uomo le ha tolto)
    Ora si spende per portarlo in superficie, credo per puro gusto estetico non per reale necessità... ma sinceramente non ho mai approfondito l'argomento.... dico, se di soldi ce ne avessimo tanti da regalare... e invece loro fanno e disfano e qui chi tira la cinghia sono sempre e solo i più deboli! un bacio carissima, buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola è proprio così, paga Pantalon diciamo noi.....

      Elimina
  8. Bellissimi palazzi... Anche qui mi sembra che avevano interrato dei corsi d'acqua per fare le strade del centro città... (paghiamo e anche tanto). Buona giornata Mary.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, si paga tutto, ma proprio tutto, fra poco anche l'aria che respiriamo...
      Buon pomeriggio (di bora penso)

      Elimina
    2. Tanta pioggia e grandine...

      Elimina
    3. qui nuvoloso senza pioggia e tanto vento....

      Elimina
  9. quanti sbagli si fanno.
    Annullare la natura per far posto al cemento.
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era così bella la prima foto....... ma come stavano bene allora....
      BACIONI

      Elimina
  10. Già...interrare i fiumi: beata ignoranza degli anni passati!
    meno male che qualcosina in più di consapevolezza pare riaffiorare.
    Che peccato per quella bella costruzione a sinistra nella prima foto!
    Negli anni sessanta del novecento il "progresso" portò novità davvero discutibili. Per esempio qui a Modena in centro storico tutte le stradine del centro videro ricoprire l'acciottolato di sassi di fiume con un "bel" nastro d'asfalto.
    Ma da qualche tempo si stanno piano piano riportando alla luce le pavimentazioni originali.

    RispondiElimina
  11. Siamo tutti nella stessa barca Sandra, solo che adesso per riportare quello che c'era prima devono passare anni di disagi e blocchi di traffico, per non parlare di quanto si viene spendere....... (in questi anni di semi-carestia)
    Fra qualche anno avremo il Marzenego che scorre lungo Via Poerio e le viuzze di Modena con l'acciotolato di sassi di fiume..... (se poi durante gli scavi trovano anche reperti bellici, e in questa zona ce ne sono, salvati cielo!)
    Buona serata Sandra

    RispondiElimina
  12. Tutto bene Mary? Ho letto ora da Cavaliere che c'è stata una tromba d'aria a Venezia...
    Che brutti momenti, che cosa sta succedendo? Baci.

    RispondiElimina
  13. Si ho sentito al telegiornale locale. Ha preso la zona di S. Elena a Venezia,(praticamente la coda del pesciolino che raffigura) isole e litorale. Qui a quell'ora si tornava dalla spesa nuvoloso ma niente pioggia....

    RispondiElimina
  14. Cara Mary, cambiano eccome le citta', e pensare che non fanno tesoro delle sciagure del passato, ad esempio a Salerno, (come e' successo oggi a Venezia per fortuna solo lieve) nel 57, una Tromba d'aria, sradico' molti alberi sulla montagna sovrastante e con un pesante nubifragio sverso' svariate tonnellate d'acqua su Salerno che con gli alberi di traverso ai palazzi, divennero delle piccole dighe che provocarono diversi morti, oggi il fiumicello parallelo a via Irno e' stato coperto, e Dio ci aiuti se dovesse ripetersi un evento del genere, e non ti dico di quanti cambiamenti negli ultimi anni, che ogni volta che ci vado non la riconosco.
    Ti saluto cara Mary.
    gaetano

    RispondiElimina
  15. Per fortuna qui quel pericolo non c'è, abbiamo la laguna vicina e siamo sul livello del mare...... ma io dico: i lavori vanno fatti, disfatti, rifatti e ridisfatti.... e purtroppo il cittadino ne va di mezzo.....

    RispondiElimina
  16. Interessante vedere il prima e il dopo , ho tante foto di Marghera, Mestre, e Venezia vecchie del 1935, alla prima occasione te le mostro. Nel frattempo Buuuuuuuuuone Vaaaaaaacanze.

    RispondiElimina

Volete lasciare un Vostro commento? Io Vi leggerò con piacere e con piacere risponderò, sennò che piacere è?

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.