giovedì 7 gennaio 2010

Prete veneziano lancia i "bond Paradiso" per costruire un centro anziani

Un "bond Paradiso" per aiutare gli anziani poveri e guadagnarsi qualche merito al momento del giudizio finale. È l'ultima pensata di don Armando Trevisiol, vulcanico sacerdote veneziano di quasi 81 anni che dopo essersi inventato di tutto per finanziare la costruzione di ben tre centri anziani, per realizzare il quarto ha lanciato una sottoscrizione di "bond del Paradiso", se si preferisce, di '"Bot del Vangelo". La Fondazione Carpinetum diretta dall'anziano sacerdote ha infatti messo in vendita azioni da 50 euro ciascuna per trovare i soldi che mancano al budget del «Centro Don Vecchi quater». «Non sapevo più che cosa fare e ho pensato di vendere queste azioni con cui ci si può presentare a San Pietro nel momento del giudizio finale - scherza Don Trevisiol - per farsi aprire le porte del Paradiso». Le azioni danno diritto a chi le sottoscrive di fruire della rivalutazione del valore dell'immobile, di dire la propria sulla conduzione del nuovo Centro, ma soprattutto a vantare un «titolo privilegiato» per il Paradiso, assicura con un sorriso l'anziano sacerdote che compirà 81 anni a marzo. E, se si è poveri, anche per avere un alloggio per sè o per i propri cari nel futuro Centro dove passare la vecchiaia. Don Trevisiol si era già cimentato nella "finanza creativa" per costruire i primi tre Centri anziani: la prima volta aveva messo in vendita le stelle appena restaurate della chiesa di Carpenedo, poi le pietre intorno a uno degli edifici con i nomi dei benefattori impressi sopra ed è perfino arrivato a vendere i mobili della canonica. In meno di un mese don Trevisiol ha già raccolto circa 15 mila euro con i "bond Paradiso", poi ci sono state anche su più consistenti donazioni private, come quella di un «giovane signore» che ha versato 75 mila euro. Ma la strada per raccogliere i due milioni di euro necessari è ancora lunga. Per coprire il budget manca ancora un milione e mezzo di euro. Don Trevisiol è sicuro comunque di poter vincere la scommessa. Con l'aiuto di tutti, come quello della signora che ha acquistato 17 azioni per un totale di 850 euro, tutte intitolate a persone a lei care, figli, nipoti e amici.
fonte: Il Messaggero.it

10 commenti:

  1. Grande merito a chi aiuta gli anziani...

    RispondiElimina
  2. Questa sì che è "intraprendenza"-
    ciao Mary, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Ciao Stella, l'articolo del Messaggero non ha esagerato, questo parroco è proprio così, io lo conosco e ho visto le 3 strutture che ha fatto per gli anziani!
    Grande merito!

    RispondiElimina
  4. Ciao Paola, ce ne fossero di più di persone come don Armando!! Il paradiso comunque per lui ha già le porte spalancate! :)

    RispondiElimina
  5. Lui ha messo in pratica il saggio detto "Aiutati che Dio t'aiuta"!!

    RispondiElimina
  6. E dici niente!
    Ciao Angelo a.

    RispondiElimina
  7. ;)) forse forse ci sono riuscita a lasciarti il commentino?
    Buon pranzo Mary! Cavoli, ma quando fai smettere di nevicare? :) io voglio la primavera!
    Smak
    Alexia

    RispondiElimina
  8. Ciao e benvenuta! Le previsioni meteo dicono che oggi smetterà di nevicare, mentre per la primavera bisognerà aspettare ancora un pochino!
    Ciao mia carissima Alexia un :-*

    RispondiElimina
  9. ciao se uno volesse aiutarlo e acquistarne qualcuno sai mica come si fa? by cinzia

    RispondiElimina
  10. Ciao Cinzia, questo è il suo sito:
    http://www.centrodonvecchi.org/
    Buona giornata

    RispondiElimina

Volete lasciare un Vostro commento? Io Vi leggerò con piacere e con piacere risponderò, sennò che piacere è?

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.