venerdì 8 gennaio 2010

Torna blocco per chiamate a 144

Con il nuovo anno è tornato operativo il blocco automatico delle chiamate a sovraprezzo come i vecchi 144: tutti quei servizi, tra i quali spiccano oroscopi e linee «calde», che fanno lievitare le bollette telefoniche. E che spesso portavano anche ad addebiti ingannevoli per servizi che non erano stati nemmeno richiesti. È quanto ha previsto l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, dopo che precedenti tentativi in questo senso erano stati bocciati dalla giustizia amministrativa. Il provvedimento è stato approvato lo scorso 28 ottobre, dopo una consultazione pubblica durata 30 giorni. Si tratta di un "filtro" automatico: le famiglie che vorranno continuare a comporre dal telefono fisso questi particolari numeri a pagamento dovranno farne esplicita richiesta, con una telefonata al proprio gestore, altrimenti varrà la regola del silenzio-assenso e lo stop sarà confermato. È anche possibile richiedere al proprio gestore un codice pin con il quale autorizzare, volta per volta, le singole telefonate a sovrapprezzo. E tenere sotto controllo la bolletta. «Il blocco automatico delle chiamate a sovrapprezzo come i vecchi 144, 166, 709, 899 e altri servizi di oroscopi e linee "calde" va nella giusta direzione di tutela dei consumatori», affermano in una nota Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, presidenti delle associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori. Erano veramente troppe, lamentano le associazioni, «le truffe e le frodi a danno dei consumatori dai nuovi dialer, capaci di configurare la connessione ad internet su numerazioni satellitari intercontinentali, troppe bollette gonfiate, con connessioni di telefonate a numerazioni satellitari con prefisso 0088, 0011, 0016, al costo di 7,5 euro + Iva ogni 3 minuti, troppi raggiri attuati tramite mini-programmi pirata che esponevano i cittadini ad attivare numerazioni a pagamento. Centinaia di milioni di euro fatturati a danno dei consumatori ogni anno dovevano indurre l'Autorità garante per le comunicazioni a intervenire prima - concludono Adusbef e Federconsumatori -. Comunque meglio tardi che mai». fonte: Il Gazzettino.it

4 commenti:

  1. Perchè non ci hanno pensato prima?
    Due volte ho pagato bollette salate per telefonate all'estero...

    Mary, ora sono riuscita a commentare.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Hanno sempre rinviato, chissà quale businnes c'è sotto.
    C'erano dei problemi nei commenti? non ne ero al corrente! Spero che ora tutto funzioni!!!
    Ciao Stellina

    RispondiElimina
  3. Sempre moooltttooo interessanti i tuoi posts, Mary!
    Baci
    Cinzia

    RispondiElimina
  4. Ciao Cinzia, grazie!!
    Un strucon

    RispondiElimina

Volete lasciare un Vostro commento? Io Vi leggerò con piacere e con piacere risponderò, sennò che piacere è?

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.